PPC: come spendere bene i soldi su Google Ads e aumentare le conversioni

Contenuti

ppc pay per clic google ads

Le strategie regine per imporsi sul mercato online sono la SEO e la SEM e, nello specifico parlando di Google, le campagne PPC (Pay per Click).

Google resta anche nel 2024 il motore di ricerca più utilizzato al mondo, ed è una delle vetrine più importanti per far conoscere la tua azienda, prodotto o servizio.

Non credere però che basti investire denaro o aumentare il budget per avere successo. Servono competenze specifiche, tanta esperienza e una solida strategia.

Il nostro obiettivo quotidiano in Qreativa è spendere massimizzando ogni centesimo del budget pubblicitario per trasformarlo in conversioni. E di sicuro è quello che vuoi anche tu come inserzionista, perché è sempre valido il concetto secondo cui i soldi non sono noccioline, giusto?

Leggi la nostra guida dove troverai la definizione di PPC e consigli pratici su come ottimizzare le spese in Google Ads e massimizzare le conversioni, trasformando il PPC da spesa pubblicitaria a investimento strategico per il tuo successo digitale.

Che cos’è il PPC Pay per Click e perché è importante nel marketing digitale

Con il PPC (Pay Per Click) l’inserzionista paga solo quando un utente clicca su un suo annuncio. Questo tipo di pubblicità è tipico di piattaforme come Google Ads e Facebook Ads e ha il vantaggio di garantire una visibilità immediata.

Mettiamo il caso che tu debba promuovere un’inaugurazione, un evento a breve e non puoi attendere di migliorare il posizionamento organico sul web con la Search Engine Optimization (SEO). Ecco che subentra il PPC!

Utilizzando gli strumenti giusti, puoi anche verificare in tempo reale l’andamento dell’inserzione e aggiustare il tiro, se necessario, per ottimizzare il ROI.

E non temere perché hai anche la possibilità di stabilire un limite di spesa giornaliera per le campagne, così non pagherai più di quello che vuoi. Inoltre, puoi mettere in pausa o modificare le campagne in qualsiasi momento, grazie alla flessibilità che è una delle caratteristiche principali della modalità PPC.

Sfruttando al meglio le campagne PPC su Google puoi raggiungere diversi obiettivi, come acquisire lead, vendere o migliorare la brand awareness.

Le possibilità per la tua attività sono davvero molte e soprattutto puoi investire cifre sostenibili, senza dover raschiare il barile!

Come funzionano le campagne PPC su Google Ads

Gli annunci creati dagli inserzionisti appaiono nei risultati di ricerca di Google e sulla sua rete di siti partner, attraverso un sistema ad asta che valuta la pertinenza dell’annuncio rispetto alla query di ricerca dell’utente.

Grazie alle campagne PPC su Google Ads, il tuo annuncio può raggiungere il tuo pubblico target al momento giusto, con un alto grado di controllo sui costi e sulla performance.

Non ti basterà però creare l’inserzione, dovrai ottimizzarla continuamente e adattarla valutando in tempo reale i risultati e su cosa puoi intervenire per migliorare le prestazioni.

Quali tipologie di campagne hai a disposizione su Google

Puoi scegliere tra diverse tipologie di campagne, in base ai tuoi obiettivi di business e al pubblico a cui ti rivolgi:

Campagne sulla rete di ricerca

I tuoi annunci appaiono nei risultati di ricerca di Google quando gli utenti cercano termini che corrispondono alle tue parole chiave.

Se vuoi aumentare la vendita di prodotti, o servizi, queste campagne sono ottime perché pensate per raggiungere gli utenti che hanno già un’intenzione d’acquisto, dato che gli annunci vengono mostrati in base alle loro query di ricerca.

campagne rete di ricerca google ads
Esempio di campagne nella rete di ricerca

Campagne Display

Sono campagne con foto/video che vengono mostrate su una vasta rete di siti web partner di Google. Ideali se stai cercando di aumentare la brand awareness sui motori di ricerca per una parola chiave o un determinato topic.

Campagne video

Gli annunci vengono mostrati su YouTube e altri siti web prima o durante i contenuti video. Il formato video è sicuramente, nel 2024, uno dei più performanti e ha sempre un grande appeal sugli utenti.

Campagne per le App

Puoi promuovere la tua App su diversi canali di Google, inclusi la Ricerca, il Play Store, YouTube e la Rete Display.

Campagne shopping

Grazie alle campagne shopping puoi mostrare schede prodotto dettagliate con immagini, prezzi e descrizioni su Google e Google Shopping.

campagne display google
Campagne Display

Campagne Demand Gen

Creano consapevolezza e interesse per i prodotti, o servizi, di un’azienda e sono ottime per acquisire lead che possono nel frattempo trasformarsi in clienti. Se vuoi ampliare la base di clienti e aumentare le vendite non hai che da testarle!

Campagne per hotel

Queste campagne permettono agli hotel di fare offerte per apparire in posizioni privilegiate quando un viaggiatore cerca un alloggio tramite Google Ricerca o Google Maps.

Le guide di Google spiegano che le campagnae per hotel sono gestite in un account Hotel Center da collegare al tuo account Google Ads per pubblicare campagne per hotel e gestire il budget, le campagne, i gruppi di annunci, i gruppi di hotel, le offerte e i report.

Campagne Performance Max

Le Performance Max sono una delle new entry in casa Big G e permettono di accedere a tutti gli spazi pubblicitari di Google da un’unica campagna, utilizzando l’apprendimento automatico di Google per ottimizzare le prestazioni in base agli obiettivi da te indicati.

Campagne Performance Max di Google Ads
Campagne Performance Max

Campagne di chiamata

Sono progettate per gli annunci che appaiono sui dispositivi mobili. Questo tipo di campagna pubblicitaria è ottimizzato per incoraggiare i potenziali clienti a chiamare direttamente l’azienda tramite un pulsante di chiamata integrato nell’annuncio stesso.

Ottime per hotel, ristoranti, servizi di emergenza o consulenze, questo tipo di strategia pubblicitaria funziona bene se integrata con altre campagne di marketing digitale.

Costo per Clic: come influisce sulle tue campagne e il suo impatto sul PPC

Il CPC è la metrica che indica quanto paghi ogni volta che un utente clicca sul tuo annuncio. Incide ovviamente sul costo complessivo della tua campagna pubblicitaria e sulla sua efficacia in termini di ROI (Return on Investment).

Se il CPC è elevato significa che paghi di più per ogni clic e quindi ne puoi ottenere meno con il budget allocato. Al contrario, un CPC basso ti permette di ottenere più clic e potenzialmente più conversioni con la stessa spesa.

Ottimizzare il CPC equivale a controllare le spese e a migliorare le performance complessive delle tue campagne pubblicitarie online. Non prenderlo alla leggera!

Strategie per ottimizzare il CPC nelle tue campagne PPC

Ti proponiamo alcune strategie efficaci per ottimizzare il CPC e avere una migliore resa in termini di ROI contenendo la spesa:

Occhio al punteggio di qualità di Google Ads

Il punteggio di qualità indica la rilevanza e la qualità dei tuoi annunci, delle parole chiave e delle landing page.

Un punteggio di qualità alto è fondamentale per ridurre il CPC, perché Google premia i contenuti pertinenti che rispondono alle necessità degli utenti.

Prima di pubblicare fai molta attenzione alle parole chiave che usi e ottimizza le pagine d’atterraggio. Non buttare sul web contenuti mediocri o inutili e fuorvianti, a Google non sfugge nulla e di sicuro non ti premierà.

Tieniti alla larga dalle parole chiave non performanti

Inutile perdere tempo su parole chiave che generano molti clic ma poche conversioni. Se ti tieni alla larga, riuscirai a ridurre il CPC e impegnerai il tuo budget sulle parole chiave che effettivamente contribuiscono ai tuoi obiettivi di conversione.

google ads editor
Google Ads Editor

Punta ad aumentare il CTR (Click-Through Rate)

Un CTR elevato indica che il tuo annuncio è rilevante e pertinente per gli utenti. Fai test A/B sulla creatività dei tuoi annunci, dalle immagini al copy alla CTA e valuta quali performano meglio.

Un buon CTR farà scendere il Costo per Clic e contribuirà a massimizzare il ritorno sull’investimento!

Fai attenzione alle performance da desktop e mobile

Tieni d’occhio le tue campagne su Google Ads e adatta le offerte in base al tipo di dispositivo per ridurre il CPC. Se ti rendi conto che le conversioni da mobile sono più costose o meno efficaci, riduci le offerte per i dispositivi mobili rispetto a quelle per desktop.

Modula l’offerta testando orari e giorni migliori

Programma gli annunci valutando l’orario e i giorni della settimana in cui hanno un migliore rendimento, così ottimizzerai il CPC e risparmierai denaro quando l’engagement è basso.

Affidati alle offerte automatizzate di Google e Smart Bidding

Chi meglio di Google può sapere quali sono le migliori offerte e quando farle? Lascia fare a lui e al suo apprendimento automatico e vedi se e come migliorano le offerte in tempo reale.

Smart Bidding utilizza l’IA di Google per fare le offerte migliori.  CPA targetROAS targetMassimizza le conversioni e Massimizza il valore di conversione sono le strategie Smart Bidding a tua disposizione per aumentare la visibilità online, le vendite e i profitti!

Come il CPC si integra nella strategia complessiva di Google Ads

Il Costo per Clic è un elemento fondamentale della tua strategia su Google Ads e non è solo una metrica per misurare i costi.

Serve per gestire il budget in modo efficiente e riservarlo alle parole chiave e gli annunci più performanti:

  • quando hai un controllo sul CPC, riesci a investire negli annunci che generano conversioni e meno in quelli poco efficaci. Questo è particolarmente importante in mercati competitivi, dove il costo degli annunci è elevato.

  • Puoi decidere di impostare CPC più alti per target di pubblico specifici che hanno mostrato maggiori tassi di conversione o di engagement, oppure adattare le tue offerte per diversi dispositivi o località geografiche.

  • Analizza costantemente i dati CPC e stabilisci quali elementi della campagna funzionano meglio e quali necessitano di aggiustamenti. Per raggiungere gli obiettivi di marketing online è necessario essere flessibili e dinamici e mai statici!

cpc costo per clic
CPC Costo per Clic

Passaggi fondamentali per creare una campagna PPC efficace su Google

Hai imparato le nozioni principali sul PPC e sul CPC ma ora arriva il bello. Vediamo insieme gli step fondamentali da mettere in pratica:

Scegli subito gli obiettivi della tua campagna Google Ads

Prima di tutto, stabilisci se la tua campagna deve farti aumentare le vendite, acquisire lead, migliorare la visibilità del brand o incrementare il traffico verso il sito web.

Avere obiettivi ben definiti, ti permette di misurare l’efficacia della tua campagna e di non brancolare nel buio.

Ricerca le parole chiave utili per il tuo settore

Fai una bella keyword research e seleziona quali parole chiave sono pertinenti per il tuo settore e i prodotti o servizi che offri. Utilizza strumenti come Google Keyword Planner e analizza bene anche le parole chiave a coda lunga.

Organizza al meglio la struttura del tuo account

Suddividi le campagne e i gruppi di annunci prestando molta attenzione a come li nomini e a come li organizzi in base al prodotto o servizio che offri.

Una buona struttura dell’account non ti farà annegare nel caos totale e avrà enormi vantaggi anche sulla rilevanza degli annunci! Parola d’ordine= struttura logica e chiara!

Crea annunci pertinenti e d’impatto

Scrivi annunci persuasivi inserendo le parole chiave selezionate e metti in risalto i vantaggi e la tua unique selling proposition. Testa diversi messaggi e formati per vedere cosa funziona meglio con il tuo pubblico.

ppc esempio di annuncio ben performante su Google
Esempio di annuncio pertinente su Google

Fai delle tue Landing Page un capolavoro

Le pagine su cui atterrano gli utenti che hanno cliccato sull’annuncio devono essere rilevanti e contenere una call-to-action (CTA) chiara ed efficace.

Le tue landing page devono rispondere ai bisogni dell’utente e agevolare la loro permanenza sul tuo sito con tempi di caricamento rapidi e design responsive.

Decidi le tue strategie di offerta per le parole chiave

Se hai una certa esperienza in Google Ads puoi scegliere le offerte manuali, anche se affidarti alle offerte automatiche, che lasciano ottimizzare a Big G per raggiungere il tuo obiettivo di conversione, è un consiglio che ti diamo con la mano sul cuore. Chi meglio di Google può ottimizzare in casa sua?

Monitora e ottimizza sempre

Analizza KPI come CTR, CPC, conversioni e costo per conversione. Non lasciare correre aspettando il miracolo! Se noti debolezze e aspetti da migliorare agisci subito!

Elimina parole chiave non performanti, aggiusta le offerte, testa nuovi annunci e migliora le landing page. Se non sei o non vuoi essere dinamico lascia perdere la pubblicità online e affidala ad esperti del settore come noi di Qreativa. Risparmierai tempo e denaro e vedrai risultati tangibili.

ppc analisi dei dati

Sfrutta il magico mondo delle Google Ads e le sue funzionalità avanzate

Google Ads offre funzionalità avanzate, come il targeting per localizzazione, la programmazione degli annunci, gli annunci dinamici e le estensioni di annuncio, che migliorano significativamente la visibilità e l’efficacia delle inserzioni.

Una cosa molto importante che ti consigliamo di fare è di rispettare le linee guida di Google Ads per evitare penalizzazioni!

Tecniche avanzate per aumentare le conversioni attraverso Google Ads

Emergere con i propri annunci su Google richiede una tecnica raffinata e una certa abilità nel settore. Le pratiche più efficaci che puoi utilizzare per migliorare le performance delle tue campagne sono:

  • il targeting per intenzione di acquisto da usare per raggiungere utenti che hanno già espresso un interesse concreto per prodotti o servizi simili ai tuoi.

  • Landing page ottimizzate per i dispositivi mobili, che si caricano velocemente e offrono un’esperienza utente agile e piacevole.

  • Utilizza gli annunci dinamici per la ricerca (DSA), particolarmente utili per i siti web con un vasto inventario di prodotti. Questi annunci utilizzano il contenuto del tuo sito web per targetizzare le tue campagne verso ricerche pertinenti, permettendoti di coprire più query di ricerca senza doverle inserire manualmente.

  • Il remarketing ti aiuta ad aumentare le conversioni, rivolgendo i tuoi annunci a utenti che hanno già visitato il tuo sito ma non hanno concluso nessuna azione.

  • Fai test A/B su diversi elementi delle tue campagne, come i testi, le immagini e le landing page.

  • Usa le estensioni come luogo, callout, snippet strutturati e altre, per fornire più informazioni utili che possono convincere gli utenti a cliccare sul tuo annuncio.

  • Infine valuta le strategie di offerta intelligente, come CPA target, ROAS target, e ottimizzazione per clic o per conversione, che utilizzano l’apprendimento automatico di Google e l’AI per ottimizzare le offerte in tempo reale.

annunci dinamici di google
Annunci dinamici

Grazie a queste tecniche avanzate gestirai al meglio il budget e renderai efficaci le tue campagne su Google!

Come un consulente PPC può trasformare le tue campagne Google Ads

Un consulente, o un’agenzia, specializzato in Google Ads è in grado di stabilire una strategia solida e massimizzare i risultati. In pratica gestisce il budget senza sprechi e raggiunge gli obiettivi di business stabiliti senza bagni di sangue e perdite finanziarie.

Un consulente in Ads è uno stratega ma è anche un abile operativo che sa dove e come mettere le mani. Può fornire anche formazione per aiutare il team interno a comprendere e gestire meglio le campagne PPC in futuro.

Senza girarci tanto intorno, tutto quello che facciamo noi in Qreativa!

La sinergia tra Marketing PPC, SEO e Social Media Marketing

Qui siamo proprio davanti a tre pilastri del web marketing. Se integrati abilmente in una strategia personalizzata, marketing PPC (Pay Per Click), SEO (Search Engine Optimization) e Social Media Marketing portano la tua attività alle stelle in termini di visibilità:

  • Il PPC genera traffico immediato e targetizzato verso il sito web o una pagina specifica, nel contempo la SEO lavora in modo certosino per aumentare il traffico organico a lungo termine attraverso l’ottimizzazione dei contenuti e della struttura del sito.

  • Intanto, con il Social Media Marketing aumenti l’engagement e la consapevolezza del brand, oltre ad avere feedback e informazioni in tempo reale molto importanti.

Facciamo un esempio pratico:

Le keyword che performano bene in una campagna PPC puoi inserirle nella strategia SEO per migliorare il ranking organico. Allo stesso modo, l’analisi delle performance SEO può suggerire miglioramenti e ottimizzazioni per le campagne PPC.

E ancora, puoi usare campagne pubblicitarie sui social media per testare l’efficacia di diversi messaggi o offerte, che poi puoi ottimizzare per le campagne PPC o per migliorare i contenuti del sito dal punto di vista della SEO.

Ma non è finita qui e ti lasciamo un’altra chicca

Con il retargeting PPC, puoi raggiungere utenti che hanno interagito con il contenuto del sito proveniente dai social media o dai risultati di ricerca organica, ma che non hanno compiuto un’azione significativa.

Questo permette di coinvolgere nuovamente un pubblico già vicino al brand, aumentando le possibilità di conversione.

Vedi quanto è preziosa la sinergia tra queste tre teste di serie? Con una certa abilità ed esperienza, riuscirai a creare un legame virtuoso tra traffico organico, a pagamento ed engagement, che renderanno la tua presenza online sempre più solida e fruttuosa.

PPC per settori specifici: dall’hotellerie al retail

Contestualizzare aiuta a capire meglio la teoria. Vediamo quindi come la strategia Pay per Clic è utile in settori specifici come l’hotellerie e il retail, per esempio:

  • nel settore alberghiero, il PPC è utile per attirare prenotazioni e aumentare la visibilità delle offerte speciali e dei pacchetti vacanze. Pensa all’importanza di parole chiave come “hotel a Milano” o “offerte alberghi a New York”.

  • Nel settore retail grazie al Pay per Clic puoi promuovere o lanciare prodotti e spingere le vendite durante le festività o il Black Friday per esempio. Nel retail si usano molto gli annunci di Google Shopping, che mostrano l’immagine del prodotto, il prezzo e una breve descrizione. Questo tipo di annuncio è particolarmente efficace per attirare consumatori che stanno già pensando di acquistare.

ppc  pay per clic esempio per hotel
PPC esempio per hotel

Ricorda, in ogni settore prima di tutto devi definire il pubblico target! Solo così ottimizzerai il budget delle campagne e migliorerai il ROI.

Guida agli strumenti di ottimizzazione e gestione di PPC

  • Google Ads Editor è la risorsa gratuita di Google che consente di gestire le campagne Ads con funzionalità avanzate.

  • SEMrush è un potente strumento SEO, ma mette a disposizione anche funzionalità specifiche per la ricerca di parole chiave PPC e l’analisi della concorrenza.

  • SpyFu è utile per analizzare le strategie PPC dei concorrenti, le parole chiave, gli annunci e il budget speso dai competitor.

  • Ahrefs, il conosciutissimo strumento SEO, fornisce anche dati utili per l’analisi PPC, come il volume di ricerca delle parole chiave e il costo per clic.

google keyword planner
Google keyword planner

Fai in modo che la tua cassetta degli attrezzi sia ricca di strumenti utili per gestire al meglio le tue campagne PPC e raggiungere i tuoi obiettivi di business!

Migliora le tue conoscenze sul Pay per Click di Google: investi bene il budget pubblicitario e massimizza il ROI

Il PPC nel marketing digitale, è un’arma molto potente ma solo se sai gestire le campagne in modo efficace e hai un bagaglio di informazioni e pratica notevoli.

Inizia dal Corso Google Ads Base 2024 gratuito e online di Qreativa. Imparerai tutti gli aspetti fondamentali del PPC su Google, dalla creazione e gestione delle campagne, all’analisi dei dati per ottimizzare le performance.

corso google ads 2024 gratuito

Conclusioni

Per utilizzare efficacemente il Pay Per Click (PPC) su Google Ads, ottimizza il tuo budget pubblicitario e massimizza le conversioni. Scegli le parole chiave pertinenti al tuo pubblico e applica strategie avanzate per aumentare le conversioni.

Per approfondire ulteriormente queste competenze, o se hai bisogno di supporto pratico, Qreativa ti offre una consulenza gratuita con il nostro team di esperti certificati e premiati.

Contattaci subito! Intanto puoi inziare a migliorare le tue competenze e avvicinarti alla materia con il nostro Corso Google Ads Base 2024!

Irene Tempestini

Irene Tempestini

Lavoro nel campo della comunicazione, on e offline, da oltre 15 anni, abbracciando varie sfumature del settore. Sono Senior SEO Copywriter, Giornalista iscritta all'Ordine Nazionale dei Giornalisti (tessera professionale n.140252), Media Manager, Addetta Stampa e PR di Qreativa. Il mio percorso non si è mai fermato. Investo continuamente nella formazione, per restare sempre al vertice nel frenetico mondo del digital marketing.
Condividi l'articolo

Altri contenuti simili

come investire in facebook ads

Come investire in Facebook Ads con la giusta pianificazione finanziaria

facebook ads strategie di bidding

Facebook Ads strategie di bidding: come vincere le aste e ottenere più clic

pixel facebook

Pixel Facebook: guida definitiva 2024

Custom Audience Facebook: come creare un pubblico personalizzato per le campagne pubblicitarie