URL SEO Friendly: guida definitiva per crearli e ottimizzare il tuo sito web

Contenuti

url seo friendly

Uno degli elementi fondamentali, spesso trascurato, per migliorare il posizionamento del sito web sui motori di ricerca è la creazione di URL SEO Friendly.

Il nostro sempre caro e fondamentale John Mueller, è spesso intervenuto sull’argomento, come nel video che pubblichiamo qui sotto, uno dei tanti, in cui parla di SEO e struttura degli URL.

Dai un’occhiata se ti va o passa subito ai paragrafi successivi, dove trovi tutte le dritte per ottimizzare la struttura degli URL e far felici utenti e crawler!

Cosa sono gli URL SEO Friendly?

Gli URL SEO Friendly (Uniform Resource Locator) o URL parlanti, sono indirizzi web progettati per incontrare le esigenze sia degli utenti che dei motori di ricerca.

Sono chiari, concisi e facili da leggere, e lasciano capire rapidamente il contenuto della pagina a cui conducono.

Dal punto di vista della SEO (Search Engine Optimization), gli URL SEO Friendly aiutano i motori di ricerca a comprendere la struttura del sito web e il contenuto delle pagine, migliorando così il posizionamento nei risultati di ricerca.

Perché Gli URL SEO Friendly sono importanti per la SEO

Gli URL SEO Friendly sono importanti per la SEO, perché contribuiscono a migliorare sia l’usabilità del sito web per gli utenti, che la sua visibilità e il ranking sui motori di ricerca.

Ecco alcuni dei motivi principali:

  • Migliorano la comprensione del sito da parte dei motori di ricerca. Forniscono indicazioni preziose sul contenuto della pagina, aiutandoli a indicizzarla correttamente. Questo è particolarmente utile per migliorare il posizionamento del sito nelle SERP (Search Engine Results Pages).

  • Aumentano il tasso di clic (CTR) nei risultati di ricerca, perché anticipano chiaramente il contenuto della pagina e sono più attraenti e affidabili agli occhi degli utenti.

  • Migliorano l’esperienza utente: URL semplici e intuitivi sono più facili da ricordare, condividere e digitare. Questo migliora l’esperienza utente, un fattore che i motori di ricerca considerano quando determinano il ranking di un sito.

  • Facilitano la condivisione: un URL breve e descrittivo è più attraente e meno soggetto a errori quando viene condiviso tramite email, social media o testo.

  • Supportano una struttura del sito ben organizzata: utilizzare una struttura URL logica e gerarchica aiuta a organizzare il contenuto in modo che sia facile da navigare per gli utenti e da esplorare per i crawler dei motori di ricerca. Questo migliora il ranking SEO complessivo del sito.

  • Prevengono problemi di contenuto duplicato: avere URL univoci per ogni pagina evita problemi di contenuto duplicato, che possono confondere i motori di ricerca e diluire il ranking del sito.

Come creare URL SEO Friendly che piacciono a Google

Per creare URL SEO Friendly che piacciono a Google, è fondamentale adottare strategie mirate che ne ottimizzino la struttura, la leggibilità e la rilevanza. Vediamo come!

Usa parole chiave rilevanti

  • Scegli parole chiave specifiche e pertinenti per ogni pagina. Questo non solo migliora la SEO, ma aiuta anche gli utenti a capire immediatamente di cosa tratta la pagina.

  • Inserisci le parole chiave in modo naturale all’interno degli URL.

  • Mentre integri le parole chiave, mantieni l’URL breve e diretto.

Mantieni gli URL brevi e semplici

Gli URL concisi sono più facili da leggere, da ricordare e da condividere. Aumentano la probabilità che gli utenti interagiscano con il tuo contenuto e lo diffondano attraverso i social media o altri canali.

Inoltre, gli URL brevi sono più attraenti nei risultati di ricerca e migliorano il tasso di clic (CTR).

Utilizza correttamente i trattini per separare le parole

I trattini () servono a dividere chiaramente le parole all’interno degli URL. Li rendono più facili da leggere sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

  • Quando converti il titolo di una pagina o una frase chiave in un URL, usa i trattini per sostituire gli spazi tra le parole.

  • Evita l’ uso di underscore (_) che non sono interpretati dai motori di ricerca come separatori di parole, il che può rendere più difficile per loro analizzare correttamente le parole chiave all’interno dell’URL.

  • Oltre agli underscore, evita l’uso di caratteri speciali e punteggiature che possono essere mal interpretati dai browser e dai motori di ricerca.

Esempio:

  • Non ottimizzato: www.tuosito.com/prodotti_categoria1articolo12

  • Ottimizzato: www.tuosito.com/prodotti/categoria-1/articolo-12
url seo friendly qreativa
Esempio di URL Seo Friendly dal nostro sito Qreativa

Evita l’ uso eccessivo di parametri e session ID

Gli URL carichi di parametri complessi o session ID lunghi, possono confondere gli utenti, rendere difficile la condivisione dei link e complicare l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca.

L’uso di session ID negli URL può anche esporre il sito web a rischi di sicurezza.

Quando i parametri sono necessari, cerca di limitarne il numero e assicurati che siano essenziali per il funzionamento o il tracciamento del sito.

Esempio:

  • Non ottimizzato: www.tuosito.com/prodotto.php?id=123&sessionid=456abc

  • Ottimizzato: www.tuosito.com/prodotti/nome-prodotto

Mantenere gli URL puliti e liberi da session ID e parametri non necessari, aiuta a migliorare il posizionamento del sito nei motori di ricerca e aumenta anche la sicurezza e l’usabilità del sito web.

Utilizza una struttura URL logica e gerarchica

Una struttura ben organizzata aiuta gli utenti a navigare il sito intuitivamente e permette ai motori di ricerca di comprendere meglio la relazione tra le pagine, facilitando un’indicizzazione più efficace:

  • prima di creare gli URL, pianifica la struttura del tuo sito. Ogni sezione, sottosezione e pagina deve avere un posto logico nella gerarchia.

  • Utilizza gli URL per riflettere questa struttura. Ad esempio, se hai una sezione di blog con categorie e post, la struttura degli URL sarà: www.tuosito.com/blog/categoria-titolo/nome-post.

  • Mantieni una convenzione costante nell’uso dei separatori (trattini per separare le parole, barre per separare le sezioni) per coerenza e leggibilità.

  • Evita ripetizioni inutili di parole chiave che rendono gli URL ingombranti e meno efficaci.

  • Pur mantenendo una struttura gerarchica, è importante anche tenere gli URL brevi per evitare complessità e migliorare la condivisibilità.

Esempio di struttura URL ottimizzata:

  • Homepage: www.tuosito.com

  • Sezione principale: www.tuosito.com/prodotti

  • Sottosezione: www.tuosito.com/prodotti/categoria

  • Pagina del prodotto: www.tuosito.com/prodotti/categoria/nome-prodotto

L’importanza della coerenza tra URL e titoli delle pagine

Mantenere la coerenza tra gli URL e i titoli delle pagine, aiuta gli utenti a comprendere immediatamente il contenuto della pagina ancor prima di aprirla, e fornisce ai motori di ricerca segnali chiari sul tema della pagina.

Esempio pratico:

Se il titolo della tua pagina è “10 Consigli per un sito web ottimizzato”, un URL coerente è www.tuosito.com/consigli-sito-web-ottimizzato.

Questo approccio mantiene chiarezza e coerenza tra l’URL e il titolo, facilita la comprensione del contenuto della pagina da parte dell’utente e migliora l’indicizzazione del sito da parte dei motori di ricerca.

url ottimizzato seo esempio
Esempio di URL ottimizzato SEO

Ottimizzazione degli URL per diversi tipi di contenuto

Adattare la struttura degli URL al tipo specifico di contenuto, aumenta la rilevanza SEO e facilita la navigazione per gli utenti.

Ecco come ottimizzare gli URL per i vari tipi di contenuto.

Consigli specifici per creare URL per blog

  • Includi parole chiave rilevanti relative all’argomento del post nel percorso dell’URL. Ad esempio, www.tuosito.com/blog/consigli-giardinaggio-sostenibile.

  • Mantieni gli URL dei post del blog brevi, eliminando filler words e mantenendo solo le parole chiave essenziali.

Best practices per URL di pagine prodotto in siti e-commerce

  • Rifletti la gerarchia di categorie e sottocategorie nell’URL. Questo aiuta a comprendere il contesto del prodotto. Ad esempio, www.tuosito.com/elettronica/smartphone/modello-x.

  • Includi il nome del prodotto nell’URL per migliorare la rilevanza e la ricerca. Assicurati che sia breve e descrittivo.

Pagine di destinazione e URL SEO Friendly

  • Per le pagine di destinazione di specifiche campagne marketing, includi parole chiave che riflettono l’offerta o la campagna. Ad esempio, www.tuosito.com/offerta/speciale-black-friday.

  • L’URL deve comunicare chiaramente l’azione o il valore proposto dalla pagina di destinazione.

Pagina Contatti o Servizi

  • Gli URL per le pagine di contatto o dei servizi devono essere semplici e diretti, come www.tuosito.com/contatti o www.tuosito.com/servizi/consulenza-seo.

Adottando queste strategie di ottimizzazione degli URL per i diversi tipi di contenuto del tuo sito, puoi migliorare significativamente sia l’esperienza utente che la visibilità del tuo sito sui motori di ricerca.

url seo friendly pagina contatti
Esempio URL Seo Friendly pagina contatti

Rischi SEO associati alla modifica degli URL: cosa evitare

Modificare gli URL di un sito web può avere ripercussioni significative sulla SEO e sulla visibilità complessiva del sito nei motori di ricerca.

Sebbene in alcuni casi la modifica degli URL può essere necessaria per migliorare la struttura del sito o per altri motivi validi, esistono dei rischi associati e bisogna usare tutte le precauzioni necessarie per minimizzarli.

Ecco alcuni dei principali rischi SEO legati alla modifica degli URL e cosa evitare:

1. Perdita di ranking

Cambiare URL senza impostare correttamente i reindirizzamenti 301 può causare perdita del ranking acquisito per quelle pagine. Non modificare gli URL senza pianificare e implementare reindirizzamenti 301 da vecchi a nuovi URL!

2. Rottura dei link interni ed esterni

La modifica degli URL può interrompere i link interni ed esterni esistenti, danneggiando la navigazione del sito e la link equity.

Evita di modificare gli URL senza un’attenta revisione e aggiornamento dei link interni ed esterni per mantenere l’integrità del sito.

3. Confusione per gli utenti

Gli URL modificati possono confondere gli utenti che hanno salvato o memorizzato i vecchi URL.

Comunica chiaramente qualsiasi modifica agli utenti, se possibile, e assicurati che i vecchi URL reindirizzino correttamente ai nuovi.

4. Perdita di traffico

Una sbagliata gestione della modifica degli URL può portare a una temporanea perdita di traffico mentre i motori di ricerca riscansionano e rielaborano i nuovi URL.

Evita di fare modifiche significative agli URL durante i periodi di picco di traffico e monitora attentamente il traffico dopo le modifiche.

5. Problemi di indicizzazione

I motori di ricerca impiegano del tempo per riscansionare e reindirizzare i nuovi URL, specialmente se i reindirizzamenti non sono stati configurati correttamente.

Assicurati di aggiornare la sitemap e utilizza strumenti come Google Search Console per informare i motori di ricerca delle modifiche.

url redirect 301

Strumenti utili per creare URL SEO Friendly

Per creare URL SEO Friendly hai a disposizione diversi strumenti online. Questi strumenti possono aiutare a generare, analizzare e ottimizzare gli URL, garantendo che siano conformi alle migliori pratiche SEO. Ecco una selezione di alcuni strumenti utili:

1. Google Search Console

Monitora le prestazioni degli URL sulle SERP, identifica gli errori di crawling e di sitemap. Offre dati diretti da Google su come gli URL del tuo sito vengono indicizzati e classificati.

2. Yoast SEO (per WordPress)

Yoast SEO è un plugin che include funzionalità per l’ottimizzazione degli URL, come la rimozione di stop words e la gestione dei reindirizzamenti. Facilita la creazione di URL SEO Friendly e la loro gestione avviene in maniera diretta dalla dashboard di WordPress.

3. Screaming Frog SEO Spider

Strumento di crawling che analizza gli URL del sito, Screaming Frog SEO Spider identifica problemi SEO come URL duplicati, lunghi, o con errori. Offre una visione completa della struttura degli URL del sito e aiuta a identificare e correggere gli errori.

4. Moz Pro

Moz Pro è una suite SEO che include strumenti per l’analisi delle parole chiave, l’ analisi dei competitor e l’ottimizzazione on-page, inclusi gli URL. Fornisce suggerimenti per migliorare gli URL e altre componenti SEO del tuo sito.

5. Ahrefs

Strumento complesso che offre analisi degli URL, tracciamento del ranking, ricerca delle parole chiave e analisi dei backlink. Ahrefs permette di analizzare la struttura degli URL non solo del proprio sito ma anche di quelli dei concorrenti.

6. SEMRush

Piattaforma per il marketing digitale che include funzionalità per l’ottimizzazione degli URL.

SEMRush offre un’ampia gamma di strumenti per migliorare la SEO on-page, compresa l’ottimizzazione degli URL, con analisi dettagliate e suggerimenti.

7. URL Rewriting Tool

Strumenti online che aiutano a generare URL SEO Friendly attraverso la riscrittura di URL dinamici in URL statici.

Semplici da usare, questi strumenti sono particolarmente utili per chi gestisce siti e-commerce o con un grande numero di pagine dinamiche.

1. htaccess redirects per Apache

Se il tuo sito web è ospitato su un server Apache, puoi utilizzare il file.htaccess per implementare reindirizzamenti 301 o regole di riscrittura URL.

È un metodo manuale ma molto potente per personalizzare gli URL.

2. IIS URL rewrite module per Windows Server

Se il tuo sito web è ospitato su un server che utilizza Windows Server e Internet Information Services (IIS), puoi utilizzare il modulo URL Rewrite per configurare regole di riscrittura degli URL.

Converti URL dinamici generati da CMS o applicazioni web in formati più amichevoli per l’utente e per i motori di ricerca.

3. WordPress Permalinks

WordPress offre una funzionalità integrata denominata Permalinks che consente agli amministratori del sito di personalizzare facilmente la struttura degli URL.

Questo può essere fatto direttamente dal pannello di amministrazione di WordPress senza bisogno di codice.

Quando si utilizzano questi strumenti, è importante ricordare che la creazione di URL SEO Friendly è solo un aspetto di una strategia SEO complessiva.

Assicurati di integrare l’ottimizzazione degli URL con altre pratiche SEO, come l’ottimizzazione dei contenuti, la costruzione di backlink di qualità e una buona esperienza utente sul sito.

permalink wordpress esempio
Esempio di Permalink WordPress

Conclusioni

L’ ottimizzazione degli URL è fondamentale per la strategia SEO e di Content Marketing. La creazione di URL SEO Friendly migliora la visibilità e il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca.

Aumenta anche l’usabilità e l’accessibilità del tuo contenuto per gli utenti. Ecco un riepilogo dei punti chiave da tenere a mente:

  1. pianifica la struttura degli URL
  2. Incorpora parole chiave rilevanti
  3. Mantieni gli URL brevi e semplici
  4. Utilizza i trattini per separare le parole
  5. Limita l’ uso di parametri e session ID
  6. Monitora e adatta attraverso strumenti analitici
  7. Gestisci correttamente i reindirizzamenti 301
  8. Mantieni gli URL ottimizzati nel tempo

Se desideri ulteriori informazioni su come ottimizzare gli URL del tuo sito web o migliorare la tua strategia SEO e di Content Marketing, non esitare a contattarci.

Offriamo una consulenza gratuita per esplorare insieme le opportunità di crescita del tuo business online e individuare soluzioni personalizzate che si adattino alle tue esigenze specifiche.

Sia che tu stia cercando di migliorare i fattori di ranking del tuo sito sul motore di ricerca Google, aumentare il traffico organico o semplicemente rendere il tuo sito più accessibile e user-friendly, il nostro team di esperti è qui per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi!

Scrivici senza impegno!

Irene Tempestini

Irene Tempestini

Lavoro nel campo della comunicazione, on e offline, da oltre 15 anni, abbracciando varie sfumature del settore. Sono Senior SEO Copywriter, Giornalista iscritta all'Ordine Nazionale dei Giornalisti (tessera professionale n.140252), Media Manager, Addetta Stampa e PR di Qreativa. Il mio percorso non si è mai fermato. Investo continuamente nella formazione, per restare sempre al vertice nel frenetico mondo del digital marketing.
Condividi l'articolo

Altri contenuti simili

remarketing su facebook

Guida completa 2024 al remarketing su Facebook per aumentare le conversioni

facebook ads audit

Facebook Ads Audit: guida completa per capire e ottimizzare le tue campagne pubblicitarie

cbo facebook

CBO Facebook – budget della campagna Advantage: guida pratica 2024

come investire in facebook ads

Come investire in Facebook Ads con la giusta pianificazione finanziaria