Perché il protocollo HTTPS è fondamentale per la SEO e la sicurezza del tuo sito web

Contenuti

protocollo https

Il protocollo HTTPS garantisce che i dati scambiati tra l’utente e il sito web siano criptati e protetti da intercettazioni o manipolazioni.

Dal punto di vista della SEO, Google ha chiarito che la presenza dell’HTTPS è un fattore di ranking, poiché preferisce siti che offrono una navigazione sicura.

Chiariamo meglio questo concetto e qual è il ruolo del protocollo HTTPS. Continua a leggere!

Cos’è il protocollo HTTPS? Scopri tutto quello che devi sapere

Il protocollo di comunicazione HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) è la versione sicura dell’HTTP, il protocollo attraverso il quale vengono trasferite le informazioni sul web.

La “S” finale sta per Secure (Sicuro), e indica che tutte le comunicazioni tra il browser dell’utente e il sito web sono criptate e protette.

Quando un sito web utilizza HTTPS, i dati trasmessi sono criptati mediante il protocollo SSL/TLS, che protegge le informazioni impedendo che possano essere lette o modificate durante la loro trasmissione attraverso la rete.

Questo è particolarmente importante quando si trasmettono dati sensibili, come informazioni personali, dettagli di pagamento, o credenziali di accesso per esempio ai social media.

Ecco alcuni punti chiave che devi sapere sull’HTTPS:

  • HTTPS cripta i dati in transito per prevenire intercettazioni e attacchi man-in-the-middle, assicurando che le informazioni scambiate rimangano private e integre.

  • Il protocollo aiuta a verificare l’identità del sito web a cui ci si sta connettendo, riducendo il rischio di attacchi phishing o di siti contraffatti.

  • Assicura che i dati trasmessi non siano stati alterati o corrotti durante il trasferimento, mantenendo la loro integrità.

  • Google considera l’HTTPS come un fattore di ranking per i risultati di ricerca, perché preferisce i siti che garantiscono maggiore sicurezza agli utenti.

  • Un sito con HTTPS ha un lucchetto nella barra degli indirizzi del browser, e questo aumenta la fiducia degli utenti verso il sito stesso.

  • Alcune funzionalità moderne del web, come il protocollo HTTP/2, richiedono l’HTTPS.

Come puoi ben capire, avere il protocollo HTTPS non è più un’opzione ma una necessità per qualsiasi sito web che voglia garantire sicurezza, affidabilità e ottenere una buona posizione nei motori di ricerca.

traffico criptato su Google (fonte transparencyreport.google.com)
Traffico criptato su Google (fonte transparencyreport.google.com)

Qual è il ruolo dell’HTTPS nella SEO

L’ HTTPS non solo rafforza la sicurezza e la fiducia del sito web, ma contribuisce anche significativamente alla sua visibilità e al suo posizionamento nei motori di ricerca. Svolge un ruolo fondamentale nella strategia SEO complessiva.

Vediamo nel dettaglio come l’HTTPS influisce sulla SEO:

1. Migliora la fiducia degli utenti

Gli utenti si fidano di più dei siti che utilizzano HTTPS, e hanno il lucchetto verde nella barra degli indirizzi.

Grazie al protocollo HTTPS umenta la probabilità che visitino il sito e interagiscano. Questo riduce il tasso di rimbalzo e migliora altri segnali di qualità che influenzano la SEO.

2. Per Google il protocollo HTTPS è un fattore di ranking

Google ha ufficialmente confermato che l’HTTPS è un fattore di ranking nei suoi algoritmi di ricerca. Significa che i siti web che utilizzano il protocollo HTTPS hanno maggiori probabilità di ottenere un posizionamento migliore nei risultati di ricerca rispetto a quelli che non lo utilizzano.

3. Velocità e HTTP/2

HTTPS è un requisito per l’utilizzo di HTTP/2, una versione più recente e veloce del protocollo HTTP che migliora significativamente i tempi di caricamento delle pagine.

Poiché la velocità del sito è un fattore di ranking, usare il protocollo HTTPS migliora la SEO attraverso l’abilitazione di HTTP/2.

Protocollo HTTPS e sicurezza del sito web: qual è il legame?

Il protocollo HTTPS ha un ruolo fondamentale nella sicurezza di un sito web, perché stabilisce un legame diretto con la protezione delle informazioni e la fiducia degli utenti.

Quando un sito web adotta HTTPS, implementa un livello di sicurezza aggiuntivo tramite la crittografia, che è essenziale per proteggere i dati scambiati tra l’utente e il sito.

Puoi sentire quanto sia importante l’uso del protocollo HTTPS direttamente dalle parole di Emily al Chrome Dev Summit 2016. Guarda il video qui sotto, o passa al paragrafo successivo se preferisci.

Come HTTPS contribuisce alla sicurezza del sito web:

  • HTTPS crittografa i dati inviati e ricevuti, il che significa che le informazioni come dettagli di login, transazioni finanziarie e dati personali sono protetti da occhi indiscreti. Questa crittografia impedisce agli hacker di intercettare e leggere i dati, proteggendo la privacy e la sicurezza degli utenti.

  • Il protocollo assicura che gli utenti siano connessi al sito web giusto e non a un impostore. Questo riduce il rischio di attacchi di tipo “man-in-the-middle”, ma ne parleremo meglio nel paragrafo successivo.

  • HTTPS garantisce che i dati trasmessi non siano alterati o danneggiati durante il loro trasferimento, assicurando che l’utente riceva esattamente i dati che il sito web ha inviato, senza modifiche non autorizzate.

Dal punto di vista della sicurezza, l’adozione di HTTPS è quindi un indicatore chiave della serietà e dell’affidabilità di un sito web.

Gli utenti sono sempre più consapevoli di questi aspetti e si fidano e utilizzano siti che garantiscono una connessione sicura, riconoscibile dal lucchetto verde e dalla dicitura “https” nella barra degli indirizzi del browser.

Messaggi di alert da parte die browser se non usi https
Messaggi di alert da parte dei browser quando un sito web non usa il protocollo HTTPS

HTTPS previene gli attacchi MitM e protegge i dati scambiati tra utenti e siti web

Il protocollo HTTPS previene gli attacchi di tipo Man-in-the-Middle (MitM) e protegge i dati scambiati tra gli utenti e i siti web.

Durante un attacco MitM, un hacker si inserisce nella comunicazione tra un utente e un sito web, cercando di intercettare o alterare le informazioni scambiate. Grazie alla crittografia fornita da HTTPS, possiamo contrastare questi attacchi!

Come HTTPS contribuisce a prevenire gli attacchi MitM e a proteggere i dati:

  • Crittografa la comunicazione: HTTPS crittografa i dati in transito, il che significa che anche se un hacker riuscisse a intercettare i dati, questi sarebbero incomprensibili e quindi inutilizzabili.

  • Verifica l’identità del sito: HTTPS fornisce un meccanismo di autenticazione del sito web, spesso attraverso un certificato SSL/TLS, che assicura all’utente di essere connesso al sito web autentico e non a una sua replica fraudolenta creata da un hacker.

  • Mantiene l’integrità dei dati: con HTTPS, qualsiasi tentativo di alterazione dei dati durante il loro trasferimento può essere rilevato e bloccato. In questo modo i dati che l’utente riceve sono esattamente quelli che il sito web ha inviato.

attacchi MitM

La criptazione fornita da HTTPS protegge le informazioni sensibili

Quando un sito web utilizza HTTPS, i dati inviati e ricevuti sono crittografati, così è estremamente difficile per chiunque intercettare la comunicazione, leggere o utilizzare tali informazioni.

Ecco come la crittografia HTTPS tutela le informazioni sensibili:

  • protegge i dati in transito: la crittografia assicura che i dati scambiati tra il browser dell’utente e il sito web siano leggibili solo dalle parti legittime. Anche se un malintenzionato riuscisse a intercettare questi dati, troverebbe solo un flusso criptato, che senza la chiave corretta è inutilizzabile e incomprensibile.

  • Transazioni sicure: per le transazioni online, come gli acquisti o le operazioni bancarie, la crittografia impedisce che i dettagli della carta di credito, le informazioni finanziarie e i dati personali siano intercettati e utilizzati in maniera illecita.

  • Comunicazioni confidenziali: oltre alle informazioni finanziarie, HTTPS protegge la privacy delle comunicazioni, come le conversazioni via chat, le email e altre forme di scambio dati online, assicurando che solo il destinatario possa leggere il contenuto del messaggio.

  • Integrità dei dati: la crittografia aiuta anche a garantire che i dati trasmessi non siano stati alterati o corrotti durante il loro invio. L’informazione che arriva al destinatario è esattamente quella che è stata inviata.

  • Autenticazione: HTTPS aiuta a confermare che il sito web con cui l’utente sta comunicando sia effettivamente quello che afferma di essere, riducendo il rischio di attacchi phishing o di altre forme di inganno.

Consigli pratici su come implementare HTTPS sul proprio sito web

Ecco alcuni consigli pratici su come procedere:

  • Il primo passo è acquistare un certificato SSL/TLS da un’autorità di certificazione (CA) affidabile. Esistono anche certificati gratuiti, come quelli offerti da Let’s Encrypt, che offrono un buon livello di sicurezza e sono accettati dalla maggior parte dei browser.

  • Alcuni servizi di Google forniscono la gestione automatizzata dei certificati SSL/TLS, facilitando la sicurezza dei tuoi siti senza costi extra. Tra questi, troviamo:
  • Google Sites: permette di creare siti web e gestisce automaticamente i certificati SSL/TLS.
  • Blogger: per chi crea contenuti con Blogger, la piattaforma assicura che i blog siano protetti con certificati SSL/TLS gestiti automaticamente.
  • Firebase: questo servizio offre una gestione automatica dei certificati SSL/TLS per le tue app, garantendo comunicazioni sicure.
protocollo https transazioni sicure online
  • Inoltre, numerosi provider di hosting terzi offrono servizi simili di gestione dei certificati SSL/TLS, spesso senza costi aggiuntivi.

  • Dopo aver ottenuto il certificato, è necessario installarlo sul server web. Il processo di installazione varia a seconda del server e dell’hosting che utilizzi. In genere, dovrai accedere al tuo server, caricare il certificato e la chiave privata e configurare il server per utilizzare HTTPS.

  • Modifica la configurazione del tuo server web per forzare l’utilizzo di HTTPS anziché HTTP. Questo implica spesso modificare le impostazioni del server e configurare un reindirizzamento permanente (301) da HTTP a HTTPS.

  • Assicurati che tutti i collegamenti interni del tuo sito puntino a URL HTTPS. Questo include collegamenti nelle pagine web, in CSS, JavaScript e in qualsiasi altro file che possa richiamare risorse esterne.

  • Dopo aver implementato l’HTTPS, è importante verificare che tutto funzioni correttamente. Strumenti come SSL Labs’ SSL Test possono aiutarti a verificare che il tuo sito sia configurato correttamente e che il certificato sia valido.

  • Assicurati che la sitemap e il file robots.txt riflettano le URL aggiornate (HTTPS) per facilitare l’indicizzazione corretta da parte dei motori di ricerca.

  • Se utilizzi Google Search Console, informa Google del passaggio a HTTPS. Questo aiuterà a mantenere la tua posizione nei risultati di ricerca.

  • Dopo l’implementazione, continua a monitorare il tuo sito per assicurarti che tutto funzioni correttamente e che non ci siano problemi di sicurezza.

Seguendo questi passaggi, potrai migliorare la sicurezza del tuo sito web, proteggere le informazioni degli utenti e migliorare la tua posizione nei risultati di ricerca, dato che Google premia i siti che utilizzano HTTPS.

Le differenze tra i due protocolli HTTP e HTTPS

HTTP (Hypertext Transfer Protocol) e HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) sono due protocolli utilizzati per la trasmissione di informazioni su internet. Presentano differenze significative in termini di sicurezza e modalità di trasmissione dei dati. Vediamo quali:

  • la differenza più notevole tra HTTP e HTTPS è il livello di sicurezza, che nel secondo è maggiore. Le informazioni scambiate tra l’utente e il sito web sono protette e non possono essere facilmente intercettate o modificate da terzi non autorizzati. HTTP, d’altra parte, trasmette i dati in chiaro, rendendoli vulnerabili a intercettazioni o modifiche.

  • HTTPS utilizza certificati SSL/TLS per stabilire una connessione sicura. Questi certificati verificano l’identità del sito web, aumentando la fiducia degli utenti. HTTP non prevede l’uso di certificati, il che significa che non c’è verifica dell’identità del sito, aumentando il rischio di attacchi di tipo phishing o man-in-the-middle.

  • Di default, HTTP utilizza la porta 80 per la connessione, mentre HTTPS utilizza la porta 443. Questa è una differenza tecnica che aiuta i computer e i server a distinguere tra i due tipi di traffico.

  • In passato, si riteneva che HTTPS rallentasse leggermente le prestazioni a causa del tempo aggiuntivo necessario per la crittografia dei dati. Tuttavia, con i progressi tecnologici e l’introduzione di HTTP/2, HTTPS offre prestazioni paragonabili, se non superiori, a HTTP.

  • Dal punto di vista della SEO (Search Engine Optimization), Google preferisce HTTPS. Utilizzare HTTPS può quindi migliorare il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca.

  • Gli utenti sono sempre più consapevoli della sicurezza online. Un sito che utilizza HTTPS mostra un lucchetto nella barra degli indirizzi, segnalando che la connessione è sicura. Questo aumenta la fiducia degli utenti e può ridurre il tasso di abbandono del sito.

In sintesi, mentre HTTP può essere ancora utilizzato per siti web che non scambiano informazioni sensibili, l’adozione di HTTPS è fortemente raccomandata per garantire la sicurezza, la privacy, l’affidabilità e migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

http vs https

Da SSL TLS a HTTP: come sono cambiati i protocolli nel tempo

Nel corso degli anni, i protocolli utilizzati per la sicurezza delle comunicazioni su internet hanno subito importanti evoluzioni, passando da SSL (Secure Sockets Layer) a TLS (Transport Layer Security) e influenzando direttamente l’uso di HTTP e l’introduzione di HTTPS.

1. Da SSL a TLS: come hanno migliorato le connessioni su Internet

SSL è stato il primo protocollo ampiamente adottato per garantire connessioni sicure su Internet. Dall’introduzione di SSL 1.0 nel 1995, ci sono state varie versioni (SSL 1.0, 2.0 e 3.0) che hanno cercato di migliorare la sicurezza delle comunicazioni.

Tuttavia, a causa di vulnerabilità e limitazioni nelle versioni di SSL, è stato sviluppato e introdotto TLS 1.0 nel 1999, come suo successore. Da allora, TLS ha continuato a evolversi (con versioni come TLS 1.1, 1.2 e recentemente 1.3) per offrire protocolli di crittografia più forti e sicuri.

2. Da HTTP a HTTPS: una nuova era

HTTP, il protocollo standard per il trasferimento di informazioni sul web, non cripta i dati, lasciandoli vulnerabili a intercettazioni e manipolazioni.

Con l’introduzione di SSL/TLS, è diventato possibile proteggere la comunicazione tra client e server, portando alla creazione di HTTPS (HTTP Secure).

HTTPS incapsula il protocollo HTTP all’interno del livello di sicurezza fornito da SSL/TLS, garantendo che i dati trasmessi siano criptati e autenticati.

3. Impatto sui siti web

L’adozione di HTTPS è diventata una pratica standard per i siti web, specialmente per quelli che gestiscono informazioni sensibili. Oltre a fornire un livello essenziale di sicurezza, l’uso di HTTPS influisce positivamente sull’autorità e sulla fiducia di un sito web, nonché sul suo posizionamento nei motori di ricerca.

4. Evoluzione e sicurezza

Ogni nuova versione di TLS ha migliorato la sicurezza rispetto al suo predecessore, affrontando vulnerabilità note e introducendo algoritmi di crittografia più robusti. Ad esempio, TLS 1.3 ha ridotto la complessità e migliorato la sicurezza e la velocità rispetto a TLS 1.2.

5. La sicurezza negli standard più recenti

Con l’evolversi della sicurezza informatica, le versioni più vecchie di SSL e TLS sono state gradualmente abbandonate e considerate non sicure. Ciò ha spinto l’industria e gli sviluppatori web ad adottare gli standard più recenti e sicuri.

L’evoluzione da SSL a TLS e da HTTP a HTTPS riflette l’importanza crescente della sicurezza e della privacy online, e sottolinea la necessità di adottare le migliori pratiche e gli standard più aggiornati per proteggere gli utenti e le informazioni scambiate su internet.

Attenzione: se non usi HTTPS può succedere questo

Se non utilizzi HTTPS sul tuo sito web, ti esponi a una serie di rischi significativi che possono compromettere sia la sicurezza del sito sia la fiducia dei tuoi utenti. Ecco cosa può succedere se scegli di rimanere con HTTP e non passare al protocollo HTTPS:

  • senza la crittografia fornita da HTTPS, i dati inviati e ricevuti dal tuo sito possono essere facilmente intercettati da malintenzionati. Questo include informazioni sensibili come password, dati personali, informazioni finanziarie e altri dati privati.

  • In un attacco man-in-the-middle, un aggressore può intercettare e modificare i dati trasmessi tra il tuo sito e gli utenti. Questo potrebbe tradursi in contenuto malevolo, come malware o script dannosi, che possono danneggiare sia gli utenti sia la reputazione del tuo sito.

  • Google e altri motori di ricerca preferiscono i siti che utilizzano HTTPS, perché più sicuri. Di conseguenza, l’uso di HTTP può penalizzare il posizionamento del tuo sito nei risultati di ricerca, limitando la visibilità e l’accesso degli utenti.

  • Utilizzando HTTP, il tuo sito è più suscettibile a vari tipi di attacchi informatici, come il phishing o lo sniffing di rete, che sfruttano la mancanza di sicurezza nella trasmissione dei dati.

  • A seconda della natura del tuo sito web e del tipo di dati trattati, l’utilizzo di HTTP e non di HTTPS, potrebbe metterti in contrasto con le normative sulla protezione dei dati, come il GDPR in Europa, Le conseguenze? Pesanti sanzioni!

L’utilizzo di HTTPS è una buona pratica per la sicurezza online, ed è oggi uno standard essenziale per qualsiasi sito web. Non puoi e non devi farne a meno!

world wide web security

Conclusioni

La transizione da HTTP a HTTPS non è soltanto una misura di precauzione nell’ambito della sicurezza digitale. È un vero e proprio investimento nel rafforzamento della fiducia e dell’autenticità del tuo sito web.

Ricorda che:

  • HTTPS cifra i dati durante il loro trasferimento, impedendo efficacemente accessi e modifiche non autorizzate.

  • Adottare HTTPS dimostra l’impegno nella salvaguardia della privacy e della sicurezza degli utenti, e accresce la loro fiducia verso il tuo sito.

  • È un fattore di ranking per Google, quindi HTTPS favorisce una migliore posizione del tuo sito nei risultati di ricerca, potenziando la sua visibilità.

  • L’adozione di HTTPS facilita il rispetto delle normative vigenti in materia di privacy e protezione dei dati, e tie vita il rischio di conseguenze legali.

  • Proteggendo i dati da alterazioni non autorizzate, HTTPS assicura che il contenuto visualizzato corrisponda esattamente a quello che volevi pubblicare.

Ora sai quanto sia importante muoversi in un ambiente online sicuro e se desideri implementare il protocollo HTTPS sul tuo sito web, siamo a tua disposizione per offrirti il nostro supporto.

Contatta il nostro team!

Irene Tempestini

Irene Tempestini

Lavoro nel campo della comunicazione, on e offline, da oltre 15 anni, abbracciando varie sfumature del settore. Sono Senior SEO Copywriter, Giornalista iscritta all'Ordine Nazionale dei Giornalisti (tessera professionale n.140252), Media Manager, Addetta Stampa e PR di Qreativa. Il mio percorso non si è mai fermato. Investo continuamente nella formazione, per restare sempre al vertice nel frenetico mondo del digital marketing.
Condividi l'articolo

Altri contenuti simili

cbo facebook

CBO Facebook – budget della campagna Advantage: guida pratica 2024

come investire in facebook ads

Come investire in Facebook Ads con la giusta pianificazione finanziaria

facebook ads strategie di bidding

Facebook Ads strategie di bidding: come vincere le aste e ottenere più clic

pixel facebook

Pixel Facebook: guida definitiva 2024