Audit SEO, analisi tecnica e dei contenuti: che cos’è e come farla

Contenuti

SEO Audit che cos'è

Chi ha un’azienda e si approccia al mondo del web marketing, avrà sentito parlare di SEO (Search Engine Optimization), ovvero un’attività che comprende diverse tecniche e permette una buona ottimizzazione di un sito web, con risultati efficaci in termini di posizionamento sul motore di ricerca.

Le tecniche SEO comprendono diversi aspetti, come il SEO copywriting, ovvero la scrittura che risponde alle necessità degli utenti e al motore di ricerca, così come gli elementi della SEO on page e SEO off page, tutti fattori che determinano il successo di un sito in termini di visibilità all’interno della SERP (Search Engine Results Pages).

Tra i vari step da non dimenticare, poi, c’è l’ audit SEO, ovvero il controllo dello stato di salute del tuo sito web e delle sue pagine.

Questa attività è uno dei cardini delle nostre consulenze SEO e va eseguita con una certa regolarità e ti permette di avere un quadro chiaro sulla maggior parte dei problemi tecnici e fattori che impediscono a Google di comprendere e classificare le pagine del tuo sito.

Scritta su tastiera SEO Audit

Solo con questo processo potrai avere un completo check-up che verifichi un eventuale problema di ranking e possibili errori nel codice html delle tue pagine.

Nella nostra guida completa scoprirai tutto ciò che ti serve sapere per fare un buon SEO Audit che aumenti le prestazioni del tuo sito ed elimini gli errori presenti.

Che cosa si intende per SEO nel digital marketing? Scoprilo qui sotto

Per comprendere e classificare i siti web, i motori di ricerca utilizzano algoritmi che sono in costante evoluzione.

Per SEO (acronimo inglese che significa “Search Engine Optimization”) si intende un ramo del web marketing che studia le strategie e le diverse pratiche utili ad incrementare il traffico di un sito, migliorandone il ranking delle sue pagine nelle classifiche sui motori di ricerca.

Grazie alla SEO e alle attività ad essa connesse è possibile lavorare sul posizionamento del sito internet all’interno dei risultati organici di Google, ovvero quelli non a pagamento.

Dal momento che gli algoritmi utilizzati dai motori di ricerca sono in costante aggiornamento, è bene valutare sempre le best practice e le ultime tendenze.

Scopri cosa incide sulle prestazioni e sul posizionamento del tuo sito web

Prima di approfondire la configurazione del SEO audit con i suoi elementi essenziali, è bene sottolineare che esistono alcuni fattori che incidono sullo stato di salute del proprio sito web e delle sue pagine.

Tra i principali elementi da considerare c’è innanzitutto il contenuto e la struttura dei siti. Questi elementi, infatti, sono fondamentali per il successo della tua attività online, così come per il posizionamento.

Da questo punto di vista, infatti, il contenuto non solo deve essere di alta qualità, unico e rilevante per il tuo pubblico, ma la struttura deve essere facile da visitare e ben organizzata.

Un altro fattore da non sottovalutare è quello legato agli aspetti tecnici.

Spesso il tag html presenta errori e deve essere ottimizzato per garantire una corretta navigazione.

Oltre a questo, il sito deve essere veloce, dal momento cheè importante per i motori di ricerca e per l’attività degli utenti, potenziali clienti.

Un sito lento, infatti, può influire negativamente sul posizionamento e sulla fedeltà del pubblico.

Sito web e strategia SEO: quali sono le attività principali?

Elementi di strategia SEO e SEO Audit

Hai in progetto di integrare una strategia di web marketing per il tuo sito e le sue pagine, ma non sai da dove partire per aumentare il traffico? Cerchi la migliore strategia di marketing per far crescere il tuo salone di parrucchieri? O la tua pasticceria, azienda, e attività in qualsiasi settore?

La Search Engine Optimization è un buon punto di partenza se hai intenzione di lavorare sulla visibilità online della tua azienda.

Tuttavia, l’importante è conoscere i punti fondamentali da tenere a mente, per evitare errori, utilizzare gli strumenti giusti e assicurarsi un buon posizionamento.

Cosa fa parte di una buona strategia SEO, quindi?

Non importa che tu abbia un e-commerce o un sito web vetrina con un blog, fai un controllo per vedere che la maggior parte di queste attività rientrino nella tua strategia.

Solo in questo modo puoi assicurarti tutti i vantaggi di un lavoro ben fatto!

Ecco gli aspetti da non trascurare per una buona attività SEO:

  • analisi di mercato e dei competitors;
  • ricerca delle keyword giuste per garantirsi un buon posizionamento;
  • seo copywriting. I contenuti del tuo sito web e delle sue pagine dovranno essere scritti utilizzando le tecniche SEO;
  • uso di link interni con attività di link building;
  • SEO audit.

Che cos’è un SEO Audit nell’ambito della SEO? Continua a leggere

Fattori principali della SEO Audit

Spesso quando si parla di SEO ci si concentra sui contenuti, sulla ricerca delle parole chiave e sull’ottimizzazione delle pagine dal punto si vista dell’user experience, ma non si presta l’attenzione dovuta all’analisi del dominio e della SEO.

Quest’ultima si rivela un’attività fondamentale che permette in pochi step al SEO Specialist di considerare tutti i fattori e i dati a disposizione per un controllo del sito di proprietà e del web server a cui questo è agganciato.

Ora ti spieghiamo quando è necessario eseguire un’ analisi SEO

Ci sono alcune situazioni in cui in particolare è consigliabile eseguire un’ audit.

Per esempio questa attività è importante quando si sta progettando di andare online.

Grazie a questo studio, infatti, si può avere sotto controllo tutti i parametri fin dall’inizio, per evitare che si presentino criticità in corso d’opera.

Fare SEO Auditing, inoltre, è importante anche per un sito già esistente, dal momento che guida il processo di ottimizzazione.

Quest’ultimo, infatti, è fondamentale che sia coerente con gli obbiettivi di business perché solo così può aumentare la visibilità online.

Vediamo quali sono le parti principali di un’ analisi SEO

Dadi che formano la scritta SEO Audit

Fare SEO audit su un sito è un’ attività utile a identificare problemi e possibili errori interni alle pagine che impediscono al tuo sito web di raggiungere un buon posizionamento su Google e sui motori di ricerca.

Per garantire in tempo reale un controllo efficace e la possibile risoluzione di ogni problema, è bene considerare per questo processo ogni sua parte come fondamentale.

Lenti di ingrandimento con elementi SEO

Sa da una parte l’analisi SEO comprende l’analisi tecnica del sito e delle sue performance in relazione all’ usabilità dell’utente, dall’altra prevede anche un’analisi puntuale dell’architettura del sito e un lavoro sui contenuti delle singole pagine.

In sintesi, ecco i punti da tenere a mente per un Audit SEO efficace:

  • controllo della scansione del sito web, indicizzazione e visualizzazione da Google;
  • verifica dello stato del sito web, con particolare riferimento ad eventuali problemi di SEO on page;
  • Analisi della SEO off-page per identificare un possibile problema sui siti che si ricollegano al tuo.
  • Verifica della user experience (controllando sia la versione mobile che quella desktop);
  • analisi del sito web per controllare che non ci siano contenuti duplicati.
  • controllo dell’ ottimizzazione del sito web con le parole chiave all’interno delle pagine;
  • creazione di report completi utilizzando strumenti come Google Search Console e Google Analytics per monitorare le prestazioni del sito sui motori di ricerca.

Perché è importante fare SEO Audit? Te lo spieghiamo subito

Utente che naviga sui dispositivi mobile e tablet

Un’ analisi SEO è fondamentale per valutare correttamente lo stato del tuo sito e l’ottimizzazione da effettuare, evitando così contenuti superflui, pagine indicizzate male e diversi errori che possono causare:

  • la perdita di traffico organico. Se il tuo sito web presenta un problema legato al suo stato di salute, questo può causare diversi problemi, come il calo della visibilità sui motori di ricerca.
  • Crollo della rilevanza del brand all’interno del mercato. Un ranking basso all’interno della SERP equivale ad una perdita di potenziali clienti per l’ azienda.
  • Indicizzazione errata del sito su Google (in questo caso il problema sorge anche per l’ utente che non riesce a trovare il tuo sito).
  • Possibili sanzioni da parte di Google per backlink tossici. L’analisi SEO serve a proteggere il posizionamento del tuo sito web, per evitare che siti di dubbia affidabilità rimandino al tuo indirizzo web.

Ecco i 5 tool da usare per un’ analisi SEO accurata

Tool per fare SEO Audit

Come abbiamo visto, la site audit e l’analisi SEO servono per valutare lo stato del sito web e delle sue pagine, garantendoti così una buona ottimizzazione all’interno di Google.

Per farlo nel modo corretto, è necessario utilizzare alcuni tool che possono facilitare l’ analisi, fornendo tutti i risultati e i dati di cui il SEO Specialist ha bisogno per valutare eventuali problemi di traffico al sito web.

Schermata Google Analytics per SEO Audit

Per la scansione e l’intero processo i principali strumenti utili sono:

  1. Site Audit di Semrush. Questo tool consente di valutare i diversi fattori che compongono le prestazioni del tuo sito.
  2. Google Analytics. Questo strumento, invece, fornisce metriche e dati importanti sul ranking del tuo sito web.
  3. Google PageSpeed Insights. In questo caso lo stato del tuo sito viene valutato misurando le prestazioni di pagina sia per piattaforme mobile che desktop.
  4. Lo strumento di convalida del markup schema di Google. Quando si crea lo schema di un sito web, è sempre bene verificare anche che il codice html sia corretto. Da questo punto di vista, lo strumento di convalida del markup schema di Google ti permette di eseguire dei test ed un analisi sul codice html per verificare non ci siano errori.
  5. Google Search Console. Grazie alle sue funzioni, puoi non solo risolvere problemi di scansione e indicizzazione, ma anche azioni manuali.

Come fare SEO Audit nel modo giusto? Scoprilo subito

Seo Specialist monitora risultati SEO Audit

Partendo dalla home page del tuo sito ed analizzando tutte le pagine, l’ analisi SEO è fondamentale per far trovare il tuo sito web facilmente ai potenziali clienti.

Anche se può sembrare un compito impegnativo, un’ analisi SEO puntuale con i giusti strumenti e la comprensione dei concetti base ti permette di posizionarti su Google incrementando facilmente il traffico.

Due SEO Specialist al lavoro sulla SEO Audit

Come fare un’ ottimizzazione corretta del tuo sito e dei contenuti interni alle pagine per avere buoni risultati su Google?

Nella nostra guida troverai tutte le attività richieste e gli step necessari per una SEO Audit di successo.

Fai reporting e monitora: analizza sempre i tuoi posizionamenti e le classifiche del tuo sito

Ranking sito web per SEO Audit

Un SEO Audit efficace deve partire da un’ analisi puntuale del tuo progetto e del sito web. Non importa che sia nuovo o già online da tempo, questo step è fondamentale perché ti permette di avere chiara la situazione lato SEO e valutare le tue prestazioni rispetto alla concorrenza sul mercato.

Per questo primo passaggio ti suggeriamo di utilizzare le tecniche messe a disposizione da Semrush, impostando il monitoraggio della posizione per il tuo sito web.

Dati analisi SEO su SEO Audit

Basterà utilizzare lo strumento “Tracking della posizione” e creare un nuovo progetto. Una volta realizzata la campagna e scelta la posizione, il dispositivo, il motore di ricerca e la lingua, dovrai solo inserire il nome della tua attività.

Subito dopo, per ottenere i risultati, ti basterà aggiungere le parole chiave da monitorare su Google (questo step puoi farlo manualmente o aggiungere le keyword usando vari tool).

La scansione ti permetterà di visualizzare come si posiziona il tuo sito web per le parole chiave inserite e confrontare i dati con quelli dei tuoi concorrenti.

Valuta i tuoi competitor prima di prendere qualsiasi decisione

Un altro passaggio fondamentale tra le tecniche per un SEO Audit di qualità, è quello di effettuare un’ analisi precisa dei tuoi competitor.

Per farlo puoi utilizzare sempre Semrush, inserendo il dominio del tuo sito web e cliccando poi sulla scheda Competitor.

In questo modo si aprirà una mappa di posizionamento con un report sui tuoi primi 100 concorrenti.

Technical SEO Audit: di cosa stiamo parlando?

certificato HTTPS per Audit SEO

Dopo aver eseguito l’ Audit dei competitors, è bene passare alla parte più tecnica, per controllare che sul tuo dominio non vi siano potenziali criticità così rilevanti da essere valutate in modo negativo dagli utenti e dai crawler dei motori di ricerca.

Questa parte dell’ Audit, come vedrai, comprende un check sul codice html delle pagine, così come la corretta gestione della sicurezza del tuo sito e tanti altri aspetti che non possono essere sottovalutati.

Scendendo più nel dettaglio, ecco le azioni da intraprendere per eseguire la parte tecnica del SEO Audit sui siti:

  • verifica eventuali versioni duplicate del sito web;
  • controlla eventuali azioni manuali di Google;
  • analizza la rapidità di caricamento del sito;
  • controlla che il dominio utilizzi HTTPS;
  • check sull’ user experience (soprattutto sulla versione mobile).
verifica dell'user experience per SEO Audit

Nella nostra guida potrai scoprire punto per punto ogni step per garantire al tuo sito web un buon posizionamento ed un incremento organico del traffico delle tue pagine.

1. Verifica eventuali versioni duplicate del sito web nell’indice di Google

Sei sicuro che Google stia indicizzando solo una versione del tuo sito?

Le possibilità, infatti sono diverse e il tuo dominio potrebbe essere registrato in più forme diverse, come ad esempio:

  • http://www.dominio.com;
  • http://dominio.com;
  • https://www.dominio.com;
  • https://dominio.com.

Questa analisi è fondamentale, dal momento che il tuo sito dovrebbe essere indicizzato su Google con una sola versione ed è importante verificare quindi la presenza di eventuali duplicati.

Farlo è molto semplice, basterà inserire nella barra di ricerca Google il comando “site: cerca” seguito dal dominio.

In questo modo saranno visibili tutti gli URL indicizzati: se dalla tua analisi si rintracciano più versioni del tuo sito web, dovrai utilizzare un redirect 301 per reindirizzare tutte le versioni all’unica valida.

2. Controlla la presenza di azioni manuali di Google

Quando un sito web viola le linee guida sulla qualità per i webmaster di Google, quest’ultimo potrebbe ricevere un’azione manuale da parte di Google. Di cosa si tratta?

Solo un SEO Audit puntuale ti permette di verificare questo aspetto spesso trascurato: si tratta di una penalità manuale che incide sull’ ottimizzazione del tuo sito e delle sue pagine.

Il ranking su Google diminuisce e non ti permette di classificarti più in alto finché Google non revoca l’azione.

Quest’ultima, poi, può essere eseguita sia sulla pagina che sull’intero sito web. In quest’ultimo caso il sito verrà deindicizzato e non riuscirà più a classificarsi neanche per il nome dell’azienda.

Dall’ analisi è possibile accorgersi della presenza di un’azione manuale usando Google Search Console.

Basterà utilizzare il menu a sinistra dove si trova la voce “Sicurezza e azioni manuali” e da qui si potrà accedere ad un collegamento per le azioni manuali. Con un clic si verrà reindirizzati ad una pagina con la scansione dello stato del tuo sito web.

Se ti appare una spunta verde puoi stare tranquillo, non sono stati rilevati problemi dall’ analisi, mentre se trovi indicato un problema dovrai risolverlo per revocare l’azione di Google.

3. Verifica la velocità di caricamento del tuo sito web

Verifica velocità sito web sui dispositivi per SEO Audit

Per facilitare la user experience e garantire un buon ranking al tuo sito, nel SEO Audit non può mancare il controllo della velocità di caricamento delle sue pagine.

Per farlo, ci sono alcuni dati da considerare:

  • Tempo di caricamento. Questo aspetto non è da trascurare ed è fondamentale che il caricamento sia il più veloce possibile. Per la tua audit puoi utilizzare uno strumento come Google PageSpeed Insights;
  • dimensione delle immagini. Queste ultime dovranno essere ottimizzate per garantire la velocità sulle pagine. Per questo motivo suggeriamo di utilizzare una dimensione e un formato di compressione utile, al fine di consentire agli utenti una buona navigazione.
  • codice html pulito. Nell’ audit non dimenticare di verificare anche il codice del tuo sito: basta un piccolo errore, infatti, per rallentare l’ utente nella navigazione delle pagine.

4. Conferma che il sito utilizzi HTTPS

Il tuo sito non è configurato con HTTPS? Per assicurarti un buon traffico è bene effettuare il passaggio.

Ti stai chiedendo qual è la differenza tra HTTP e HTTPS? È molto semplice: in altri termini la S di HTTPS è una versione crittografata del protocollo HTTP che aggiunge un livello di sicurezza informatica maggiore all’ utente che visita il sito.

Farlo non è complesso, basta andare al report HTTPS utilizzando il Site Audit. Qui troverai un punteggio del tuo sito e una serie di problemi potenziali.

Basterà risolvere questi ultimi, mentre se invece ci sono solo spunte verdi saltare e andare al passaggio successivo.

Se il tuo sito funziona ancora su HTTP, devi implementarlo con il certificato SSL che garantisce la sicurezza dei dati sensibili dei visitatori.

Come? Puoi puoi farlo gratuitamente utilizzando il tool Let’s Encrypt.

5. Controlla che il sito sia mobile friendly

Oggi l’ utente sempre d più naviga sui dispositivi mobili ed è proprio per questo che se il tuo sito non è mobile-friendly, il tuo progetto web e le singole pagine potrebbero non avere la giusta visibilità.

I siti sono ormai tutti ottimizzati per i dispositivi mobili, dal momento che questo è un fattore di ranking dal 2015.

Controllo dell'usabilità del sito per SEO Audit

Per controllare le prestazioni del tuo sito e garantire una buona usabilità all’ utente che atterra sul tuo sito, Google mette a disposizione uno strumento chiamato Test di ottimizzazione mobile.

Quest’ultimo ti permette con un’ analisi puntuale di controllare le prestazioni delle versioni mobile dei siti.

In alternativa, puoi utilizzare anche la sezione usabilità su dispositivi mobili messa a disposizione da Search Console.

Anche l’architettura del sito è importante nel SEO Audit. Esaminala con attenzione

Analizzati tutti quegli aspetti più tecnici dell’ Audit, ci si può concentrare sulla struttura vera e propria del sito, un elemento fondamentale che comprende non solo l’organizzazione delle pagine, ma anche quella dei contenuti all’interno.

Uno schema logico del sito, ottimizzato e ragionato, aiuta gli utenti a navigare, influenzando la user experience.

Dadi che formano la parola keywords

Questo elemento è ancora più rilevante quando si parla di e-commerce: proprio in questo caso, infatti, un SEO Audit completo si rivela ancora più fondamentale in ogni sua parte.

Quest’ultimo comprende diversi aspetti:

  • controllo di contenuti duplicati;
  • cannibalizzazione keyword;
  • struttura delle URL (devono essere brevi, descrittive e contenere le parole chiave in target);
  • struttura dei link interni (questi devono essere ben organizzati);
  • presenza di error 404.

Keyword Audit: analizza le parole chiave e fai ricerche accurate

Lente di ingrandimento per ricerca parole chiave

Per un Audit SEO completo, è necessario fare attenzione anche a questo step. La keyword Audit, infatti, andrebbe eseguita a cadenza maggiore rispetto al SEO Audit completo.

Questo aspetto, infatti, permette di testare le parole chiave scelte per la tua strategia e correggere eventualmente il tiro trovando nuove keyword non ancora utilizzate per cui il tuo sito web potrebbe posizionarsi ancora meglio.

Cosa non fare nella scelta del keyword set? Spesso ci si concentra su parole chiave composte da uno o due termini, valutando solo l’alto volume di traffico e non considerando però l’alta competizione.

scritta keywords sulla tastiera

Specialmente per i siti nuovi, è bene invece evitare di utilizzare queste keyword secche e generiche che non aiutano a posizionarsi bene e non permettono di incrementare il traffico organico.

Meglio invece puntare su parole chiave a coda lunga, specifiche e composte da tre o più termini che vengono scelte analizzando anche la search intent degli utenti.

Quali sono i passi da seguire?

  • crea un elenco di keyword usate dagli utenti;
  • tra queste, individua quelle con il rapporto volume/competizione più utile;
  • sulla base della tua strategia e degli obiettivi che vuoi ottenere, stabilisci la priorità di posizionamento per il tuo sito web;
  • analizzando l’intento di ricerca, classifica le keywords e crea un piano editoriale dei contenuti.

Quali sono i tool che puoi usare per la ricerca delle parole chiave

Non sai da dove iniziare per fare la ricerca delle parole chiave? Niente paura, esistono alcuni tool che possono fornirti un valido aiuto in questo step:

  • strumento di pianificazione delle parole chiave (Google Ads);
  • Ubersuggest;
  • SEOZoom;
  • Semrush.
Scritta Search Engine Optimization

Fai un’analisi SEO dei contenuti. Come? Continua a leggere

Per proseguire nell’ispezione del tuo sito ed avere un SEO Audit completo, è fondamentale considerare i contenuti, valutando come i vari elementi presenti sul sito rispondono all’intento di ricerca degli utenti.

Solo con testi, immagini e video ottimizzati il tuo sito potrà generare traffico organico ed essere ben posizionato tra i risultati di ricerca.

Per valutare i contenuti del tuo sito, ci sono alcuni aspetti da considerare, come:

  • unicità e originalità;
  • utilità del contenuto;
  • come si posizionano i testi e le immagini del tuo sito rispetto ai competitor;
  • quanto sono coinvolgenti i contenuti del tuo sito;
  • correttezza delle informazioni inserite.

Ottimizzazione SEO: ecco cosa devi considerare per una strategia efficace

Contenuto ottimizzato per SEO Audit

Per quanto riguarda i motori di ricerca, i contenuti dovranno essere ottimizzati per una o più keyword rilevanti.

A tal proposito è fondamentale lavorare con le parole chiave anche sui meta-dati e sui testi delle pagine, tenendo in particolare considerazione questi aspetti:

  • title tag;
  • meta description;
  • URL;
  • heading titles (H1, H2, H3, H4, ecc…);
  • keyword density e keyword prominence;
  • titolo e il tag alt delle immagini;

Approfondire le tecniche di SEO Copywriting può essere utile per conoscere gli strumenti di ricerca delle parole chiave, ma non solo.

Grazie alla scrittura per il web potrai produrre contenuti utili, capaci di rispondere agli intenti di ricerca degli utenti e di generare traffico al sito.

Per te un elenco dei tool per l’analisi e la pianificazione dei contenuti

Anche per controllare la qualità dei contenuti prodotti per il tuo sito, dalle schede prodotto agli articoli del blog, esistono alcuni tool che possono supportarti in questa attività.

I principali e più funzionali sono:

  • Answer The Public;
  • Google Trends;
  • Copyscape.

Fai l’analisi dei backlink e delle citazioni e cura la tua autorevolezza

Un altro aspetto da non dimenticare nell’ Audit SEO, è l’ analisi dei backlink, un fattore ancora molto rilevante per il posizionamento.

I backlink sono i link in entrata che rimandano al tuo sito ma contenuti in un altro sito web.

Si tratta di un aspetto in più di autorevolezza per i motori di ricerca, dal momento che al numero di link in entrata che riceve il sito equivale l’importanza delle fonti di questi link.

Proprio in questo modo il sito viene valutato positivamente, ricevendo un buon ranking.

Ecco perché tra i passaggi del SEO Audit non può mancare anche un’analisi del profilo di backlink esistente: solo in questo modo, infatti, possono essere individuati potenziali problemi di penalizzazioni sui motori di ricerca.

Ecco i tool che ti consigliamo di usare per l’analisi dei backlink

Dadi che formano la parola backlinks

Sapevi che esistono appositi tool che forniscono supporto nel Backlink Audit? I più funzionali sono:

  • SEOZoom;
  • Semrush;
  • Ahrefs;
  • Majestic SEO.

Come per gli altri tool segnalati, è importante ricordarsi che da soli non bastano: è necessario infatti una figura che sappia interpretare i risultati ed elaborare la migliore strategia per implementarli nell’attività SEO.

Controlla sempre la presenza sui social media e sulle directory per migliorare la visibilità

Presenza social per SEO Audit

La presenza sui social media e sui directory può aiutare a migliorare la visibilità online del tuo sito, coinvolgendo un numero maggiore di utenti alla navigazione.

Ecco, quindi, alcune cose che devi verificare durante il SEO Audit:

  • Presenza su Meta e sui diversi canali social. Controlla che il tuo sito abbia una presenza attiva sui social media, come Facebook, Twitter, Instagram, etc.
  • Presenza sui directory. Dovrai assicurarti anche che il tuo sito sia presente sui principali directory, come Google My Business, Bing Places, etc.

Esamina la presenza di eventuali problemi di sicurezza o rischi pesanti penalizzazioni

Fare SEO Audit è fondamentale anche per controllare lo stato di sicurezza del tuo sito.

Quest’ultimo, infatti, è fondamentale per garantire la fiducia dei visitatori e per evitare eventuali penalizzazioni sui motori di ricerca.

Ecco alcune cose che devi tenere in conto nel corso del SEO Audit:

  • Certificato SSL. Come visto in precedenza, è fondamentale verificare che vi sia un certificato SSL, anche per proteggere i dati sensibili dei visitatori.
  • Protezione da attacchi. Controlla che il sito sia protetto da eventuali hacker, ad esempio attraverso l’utilizzo di plugin di sicurezza o di un servizio di sicurezza web.
  • Backup regolari. Effettua regolarmente il backup del tuo sito per evitare di perdere dati importanti in caso di problemi tecnici o di attacchi.

Redigi un rapporto dettagliato e crea un piano d’azione. Nella SEO la strategia è fondamentale

Dopo aver completato il SEO Audit, è importante stilare un report dettagliato che riassuma i risultati e le raccomandazioni.

Nel rapporto andrà inserito tutto ciò che emerso dall’analisi, come:

  • possibili problemi tecnici e di contenuto identificati;
  • raccomandazioni per la risoluzione dei problemi;
  • piano d’azione per l’ottimizzazione del sito.

Con questo rapporto e il piano d’azione potrai lavorare per ottimizzare il tuo sito e i contenuti per i motori di ricerca, migliorando la tua visibilità online.

SEO Audit per e-commerce: fai attenzione a questi elementi

Seo Specialist esegue SEO Audit

Nonostante la diffusione degli e-commerce, ancora in pochi shop riescono a ritagliarsi una fetta di mercato ottenendo buoni risultati.

Tra i motivi se ne possono elencare diversi, come la mancanza di strategia e di budget.

In tal senso, un’attività SEO efficace per e-commerce permette di realizzare uno shop online con contenuti di qualità e ben ottimizzati.

Così come per qualsiasi sito web, le regole di un SEO Audit per e-commerce sono le stesse, ma va prestata particolare attenzione ad alcuni aspetti, come:

  • errori tecnici. Questi sono molto frequenti negli ecommerce;
  • velocità di caricamento delle pagine. Un elemento fondamentale per l’utente che cerca un prodotto specifico;
  • ricerca interna e buona organizzazione delle categorie;
  • ottimizzazione delle immagini e di tutti i metadati;
  • copy di titoli e contenuti ottimizzati (come per esempio le descrizioni dei prodotti);
  • analisi delle keyword per l’elaborazione del piano editoriale del blog.

Grazie al file elaborato dal SEO Audit, si potrà integrare la propria strategia di web marketing, migliorando gli aspetti problematici e incrementando il traffico organico del sito web.

Rimani al passo con i competitor! La meta non è difficile da raggiungere, ma serve costanza e impegno: dovrai implementare la tua attività con il SEO copywriting, il lavoro sui link interni con link building e controllare la techincal SEO.

Non puoi lasciare questi aspetti al caso, dal momento che sono proprio questi ad influire sulle performance del tuo sito web.

Cosa si ottiene da un SEO Audit accurato e professionale?

Al termine dell’analisi SEO viene consegnato un documento composto da due file digitali:

  • Un file PDF con un’ analisi completa che comprende tutti i fattori di potenziamento e le osservazioni sulle implementazioni da effettuare e i problemi da risolvere;
  • diversi database e file Excel con i dati utilizzati per l’analisi, utili per effettuare le modifiche e correzioni (come per esempio la scansione del sito web).

Scopri com’è organizzato il documento di analisi SEO

Come abbiamo visto in precedenza, nel documento consegnato dal SEO Specialist vengono prese in considerazione due macro aree:

  • Analisi Tecnica. Qui sono analizzati tutti i parametri, sia quelli on che quelli off-site che incidono sul posizionamento del sito web su Google. Viene indicato il profilo dei backlink, ma anche l’ottimizzazione delle immagini e dei video, mappati i link interni e fornite indicazioni sulla pulizia del codice html.
  • L’analisi dei contenuti. In questa sezione, invece, sono considerati tutti i contenuti del sito valutati secondo alcuni criteri come originalità, qualità e profondità. Inoltre, sono confrontati con i top competitor: in questo modo è possibile facilmente individuare le aree di miglioramento.

Se ti stai chiedendo quanto costa il SEO Audit ti rispondiamo subito

Non c’è una risposta univoca, dal momento che a determinare il costo possono essere diversi fattori, come la grandezza e la complessità del sito web, ma anche i risultati dell’ analisi tecnica preliminare.

Ad ogni modo si parte da una cifra indicativa di € 3.000.

L’esperto SEO è davvero indispensabile? La risposta qui sotto

Fare audit e lavorare sui contenuti utilizzando solo strumenti e tool, ma senza uno sguardo d’insieme che comprenda la strategia e le azioni da intraprendere, può arrecare più danni che vantaggi.

I tool, infatti, restituiscono informazioni e dati standardizzati che solo gli esperti SEO possono inserire all’interno di un quadro completo che consideri anche le esigenze di un’azienda e le sue opportunità.

Proprio per questo motivo è importante l’intervento di un consulente SEO, che possa dare un valore aggiunto nella lettura dei file e dei dati emersi nell’ audit.

Solo affidando l’attività di analisi SEO ad un esperto avrai chiara la situazione, soprattutto se il tuo business è legato a quello che accade nei motori di ricerca (o se il volume di ricerca delle parole chiave legate alla tua attività ti impone di considerare la SEO nella tua strategia di marketing).

Cosa bisogna fare dopo l’ Audit SEO? Scopri i passi successivi

Hai terminato l’attività di SEO Auditing e ti stai chiedendo cosa c’è da fare ora?

Bene, sappi che ora che hai finito il controllo di tutte le pagine online, non resta che dedicarti ad alcune attività con regolarità.

Per prima cosa, puoi tracciare le classifiche e posizioni delle tue parole chiave, ricordandoti di tenere sempre d’occhio i siti della concorrenza.

Se ti sei accorto di avere contenuti duplicati indicizzati su Google, puoi utilizzare Google Search Console per eliminarli.

Spesso dall’analisi emerge anche qualche stringa di codice di programmazione inutile che rallenta il caricamento e complica il rendering di Google per il tuo sito. In questi casi è sempre bene eliminare il codice inutilizzato per evitare qualunque genere di problema.

Come abbiamo visto anche in presenza di link interrotti, è fondamentale convertire il redirect 302 in 301, ripulendo se necessario la mappa del sito.

Per quanto riguarda i backlink, invece, si possono raggruppare nelle tre categorie principali per poi contattare gli editori, esportando l’elenco dei link rifiutati.

Se invece ti sei accorto di avere pagine orfane sul tuo sito, puoi inserire almeno un link interno pertinente.

Come abbiamo visto, anche curare i contenuti è fondamentale: per avere supporto su questo puoi utilizzare SEO Writing Assistant, un tool che ti aiuta a creare testi funzionali e originali che si posizionano bene.

Infine, per non perdere tutto il lavoro svolto, redigi i tuoi report personalizzati su tutto ciò che riguarda la SEO.

Usa il SEO Audit nella tua strategia di web marketing e vedrai crescere il tuo business

L’audit SEO è un’attività fondamentale per il successo del tuo sito web.

Con una comprensione dei concetti di base, dei passaggi da seguire e dei problemi da verificare, potrai ottenere risultati eccezionali e migliorare la tua presenza online.

Hai necessità della consulenza di un esperto SEO che ti aiuti nell’ analisi del tuo sito? Contattaci, saremo felici di aiutarti!

Irene Tempestini

Irene Tempestini

Lavoro nel campo della comunicazione, on e offline, da oltre 15 anni, abbracciando varie sfumature del settore. Sono Senior SEO Copywriter, Giornalista iscritta all'Ordine Nazionale dei Giornalisti (tessera professionale n.140252), Media Manager, Addetta Stampa e PR di Qreativa. Il mio percorso non si è mai fermato. Investo continuamente nella formazione, per restare sempre al vertice nel frenetico mondo del digital marketing.
Condividi l'articolo

Altri contenuti simili

roi facebook

ROI Facebook – Guida completa per misurare il successo della tua campagna pubblicitaria

topical authority

Topical Authority nella SEO: guida completa, strategie e benefici

customer journey map

Come creare una customer journey map e raddoppiare le tue vendite

tono di voce aziendale

Tono di Voce aziendale coerente e di successo: la guida definitiva